L'arrivo della Stella Polaris caus˛ una certa agitazione. La nave entr˛ in porto di sera tardi, perchŔ nel tragitto da Barcellona aveva incontrato cattivo tempo. Distinugevo le sue luci da lontano, [..] solo la mattina seguete andai a darle un'occhiata pi¨ da vicino. Era certamente una gran bella nave, alta sul pelo dell'acqua, con la prua grande e appuntita come quella di un panfilo. Tutti gli inglesi che vanno all'estero vorrebbero essere considerati, fino a prova contraria, dei viaggiatori e non dei turisti.
Ma nell'osservare il mio bagaglio mentre veniva caricato sulla Stella, io sapevo che era perfettamente inutile continuare a tenere in vita questa pretesa. Io e i miei compagni di viaggio eravamo, senza possibilitÓ di compromessi o attenuanti, dei turisti.

Evenyn Waugh, Crociera nel Mediterraneo (1929) in "Quando viaggiare era un piacere".
[Adelphi, 1996]