... In Sri Lanka un mazzo di fiori è come una bottiglia d'acqua. O meglio, sarebbe così. Perché poi arriva una responsabile italiana di un grande tour operator italiano e con aria furba organizza delle ragazze cingalesi che portano in aeroporto delle ghirlande di fiori e te le infilano al collo, non perché sia il loro benvenuto, ma perché è il benvenuto che tu presumi di trovare quando vai in un paese che hai decifrato come "orientale" ... Tutto quello che un po' ti aspetti, trovi. E questo è il primo segnale che il paese dove sei andato non è esattamente il paese dove sei andato ...
da Francesco Piccolo, "Allegro Occidentale"
[Feltrinelli 2003]